top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreMario Cavigioli

Cinco palabras

Aggiornamento: 13 mar 2021



Mi hanno chiesto di scegliere cinque parole del mio ambito consulenziale "che facciano bene all'azienda", cinque concetti su cui ragionare, cinque punti di partenza da cui costruire una strategia di "Credito e Finance" per una PMI Italiana.


Ho scelto sostenibilità, strategia, equilibrio, business plan e agevolazioni e il perché ve lo dico qui sotto.
SOSTENIBILITA’

Ogni atto aziendale deve essere finanziariamente sostenibile e dunque va preventivamente analizzato anche da questo punto di vista. La liquidità in un'azienda è come il sangue per il corpo umano e la finanza è come il sistema circolatorio. La finanza non è la funzione aziendale che attua il business, ma è un supporto imprescindibile, senza il quale l'impresa non vive, proprio come il corpo umano non vive senza un sistema circolatorio, benché esso non sia il protagonista diretto delle varie azioni del corpo. Senza un efficiente sistema circolatorio un corpo umano è in difficoltà a svolgere tutte le sue funzioni, anche se il resto del corpo è in salute. Senza liquidità e senza finanza un'azienda muore, anche se il resto dell'azienda funziona.


STRATEGIA

La “partita” della finanza nelle PMI si svolge nella maggior parte dei casi, per buona parte, verso il sistema del credito tradizionale e non è una partita a ping pong (botta e risposta banca/cliente, fonti/impieghi), ma una partita a scacchi in cui bisogna costruire una strategia di medio lungo termine nella quale incanalare tattiche funzionali e azioni concrete, efficaci e tempestive. Ricorrere ad una professionalità specifica, di tema e di segmento, in outsourcing spesso è per l’azienda la soluzione più performante.


EQUILIBRIO

Equilibrio patrimoniale per durata e tipologia di fonti e impieghi, equilibrio economico fra costi e ricavi, equilibrio finanziario fra flussi creati dalla gestione e impegni rateali sono le tre famiglie di equilibri da verificare periodicamente in azienda e che la rappresentano.


BUSINESS PLAN

Termine spesso abusato per definire semplici liste della spesa e strumento a cui si ricorre spesso solo su richiesta di terzi e tardivamente. Dopo una Business Idea e prima di iniziare a investire o a modificare la propria azienda in modo significativo, un adeguato ed esaustivo Business Plan, che tenga conto dei tre aspetti di cui agli equilibri appena sopra trattati, è uno strumento imprescindibile di governo della Finanza Aziendale.


AGEVOLAZIONI

La finanza agevolata non è un “di più”, ma un “di cui” della finanza aziendale, perché se un vostro concorrente, grazie ad un’agevolazione che Voi invece non sfruttate, compra un macchinario pagandolo il 50% di quello che lo pagate Voi, il rischio e che la Vostra azienda vada fuori mercato su quella produzione. Quindi monitorare, afferrare e mettere in pratica ogni opportunità agevolata rilevante è un compito non accessorio della gestione finanziaria aziendale.


Se senti che anche solo uno di questi concetti ti attiva una riflessione, contattami che ne parliamo.


Buon business a tutti.


Mario Cavigioli


48 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page