top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreMario Cavigioli

Debiti lunghi? Valutiamoli senza pregiudizi, ma con attenzione.

Aggiornamento: 23 ago 2021


Oggi lo Stato è disposto a garantirci anche fino a 15 anni, ma poca parte del sistema del credito è disposta a concedere il finanziamento sottostante; tutto questo in un contesto economico quanto mai pieno di incertezze ("never so much VUCA") dove i ragionamenti di business sono sempre più corti, mentre spesso le rate dei debiti pregressi andrebbero spalmate nel tempo, perchè sempre meno sostenibili.

Quanto dev'essere lungo un debito?


Innazitutto dovrebbe essere sostenibile ovvero le sue rate, sommate agli altri impegni rateali dell'azienda, dovrebbero essere inferiori ai flussi finanziari che l'azienda ragionevolmente prevede di sviluppare negli anni futuri.


Personalmente mi meraviglio come spesso mi capiti di vedere aziende che ottengono finanziamenti palesemente troppo corti perchè la loro richiesta va a sbattere sui limiti temporali che il sistema del credito impone, sistema del credito che concedendo queste operazioni si contraddice rispetto alla richiesta di capacità previsionale che tutti i giorni fa alle aziende (se un debito è troppo corto per i flussi previsionali aziendali la verità è che non dovrebbe concedere l'operazione o in alternativa dovrebbe allungarne la durata).


Dall'altro lato è anche vero che l'orizzonte del debito non dovrebbe andare oltre l'orizzonte di utilizzo e/o obsolescenza del bene che si acquista, per consentire alla fine del debito di sostituirlo con un nuovo bene. Questo depone a favore di debiti più corti anche perchè, nel mondo di oggi, soprattutto l'obsolescenza di un bene "è dietro l'angolo".


Spesso poi il problema non è tanto un nuovo debito o il nuovo debito, ma i debiti pregressi con rate poco sostenibili o che non consentono di avere spazio per nuove rate, mentre l'azienda ha bisogno di investire.


In questi casi, e sempre tenuto d'occhio l'orizzonte temporale dell'idea imprenditoriale nonchè i possibili "piani B" (alienazione di beni, cambio di business), bisogna pensare a riorganizzare il debito in modo integrato e le durate lunghe (e le relative garanzie dello Stato) sono molto utili.


Garanzie delle Stato che di fatto hanno reso praticamente quasi non gradite le, già da tempo poco appetibili, ipoteche sugli immobili.


Poi ci sono le affermazioni dogmatiche tipo "un debito oltre a x anni non ha senso" oppure "si, ma voglio un debito corto perchè voglio finire di pagare prima", oppure ancora "voglio la rata più bassa possibile"; ecco queste sono affermazioni semplicistiche e da bar che non mi interessano: ogni caso va analizzato senza pregiudizi, ma con attenzione.


Vuoi fare una riflessione sulla lunghezza (orizzonte temporale) dei debiti della Tua azienda?

Sentiamoci, senza costo ne impegno, per un primo confronto.


Buon business a tutti.


Mario Cavigioli

MCMANAGEMENT

67 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


Post: Blog2_Post
bottom of page